Presentazione

20 11 2008

Cervino


Un’idea di quello che vorrebbe/potrebbe essere un blog per la Scuola di Alpinismo Alta Brianza. Uno spazio web su cui postare e condividere foto, immagini e pensieri che prendono vita durante i corsi proposti dalla nostra scuola. Con la sola e semplice intenzione di avvicinare i nostri allievi al bellissimo mondo della montagna..





Corso perfezionamento roccia AR2 2019

7 10 2019

DRIIIIN! E’ la sveglia che suona.

Sono le 4:55 di sabato mattina 7 Settembre 2019. Un giorno come tanti altri, la gente si sveglia per andare al lavoro, per portare i figli a scuola o per sbrigare le faccende domestiche. I più fortunati sono ancora a letto ma c’è anche chi, in quel giorno, istruttore o allievo che sia, inizia un nuovo corso di arrampicata.

 

Colazione, lavarsi e vestirsi: gesti comuni ripetuti da milioni di persone, migliaia di volte. Ma in pochi, in 11 esattamente, quel giorno si ritroveranno e si dirigeranno verso Ovest, verso la Francia (ouì), verso le pareti di Briancon e in particolare di Ailefroide.

e una delle due interessanti vie dai nomi quasi impronunciabili (o forse solo per me che in francece riesco a malapena ad ordinare una baguette) ma che tradotti si riveleranno alquanto “inquietanti”…

Le vie sono: “Oh! desespoir!” al settore “Orage d’Etoiles” e “J’irai percer sur vos tombes” al “Palavar”!

 

Il giorno successivo, abbandonati i nostri sogni d’alta quota a causa del meteo instabile, ci dirigeremo verso l’assolata e verticale parete di Ponteil per l’usuale lotta con l’alpe.

Qui affronteremo un paio di vie per cordata, tra cui la classica “La Martine”, la tosta “Ricolet” e le belle “Le nid d’aigle” e “Les diables”.

Gli allievi affronteranno di petto queste salite, senza timore, senza tirarsi indietro di fronte ad una seconda salita, senza paura delle quattro gocce d’acqua che ci hanno assalito sugli ultimi tiri, per crescere, imparare e diventare dei piccoli o delle piccole Messner 🙂

Sono passati sette giorni e tutti si presentano puntuali al nuovo appuntamento. Questa volta le macchine si dirigono in direzione opposta al passato weekend: Est! Ed è il caso di dirlo, è proprio un “Far East”! La destinazione sono le Dolomiti e in particolare la zona del Sella.

Il primo giorno scaleremo sul Ciavazes, dove affronteraremo la mitica “Buhl” o la “Piccola Micheluzzi”.

Il giorno successivo invece ci dirigeremo verso le torri del Sella per affrontare chi la bellissima “Vinatzer-Peristi” sulla terza torre, chi la “Trenker” sulla prima e chi, come me, sulla entusiasmante e consigliatissima “Delenda Carthago”, sempre sulla prima torre. Continueremo le nostre cavalcate sulle “Kostner” o “Gluck” che ci porteranno in cima alla seconda torre, dalla quale godremo di un panorama mozzafiato a 360° e senza una nuvola in cielo. A fare da cornice ad un fantastico weekend, un’ottima birra (offerta dal direttore della scuola ovviamente).

L’ultima uscita del corso ci vedrà protagonisti sulle pareti di Arco di Trento. Ma, la settimana che la precede, vedrà gli istruttori lanciare proposte indecenti e allievi compulsare su internet per studiare difficoltà, lunghezze e impegno globale delle vie.

Giunti ad Arco, tre cordate si dirigeranno a razzo verso la mitica via del “Missile” al Monte Casale; mentre altre due cordate verso la parete dei due laghi nella bucolica cittadina di Santa Massenza per il “Gran Diedro”.

Ma la SAAB non si limita al solo alpinismo e la sera, in un fuori corso, si terrà una specie di ballo, un “harlem shake party” misto a movenze twerk con sottofondo di musica hardcore, di cui solo Dio e Sasha conoscono il nome. Tralasciata la goliardia (si fà per dire), ci dirigeremo in centro per un rapido giro di negozi e uno Spritz prima di cena, visto che il “grado” non ce lo facciamo mai mancare.

Domenica, al San Paolo, “Orfeo”, “Concordia” e “Aphrodite” saranne le bellissime vie che ci vedranno tutti protagonisti in quest’ultima giornata.

 

Un corso pieno e intenso che, oltre alle lezioni pratiche, è stato completato, come sempre, da una serie di lezioni teoriche serali infrasettimanali.

Un corso vario, che ci ha visto arrampicare su diverse tipologie di terreno: granito, dolomia, calcare. Su diverse conformazioni rocciose: placche, strapiombi, muri verticali. Su diverse tipologie di vie: sportive, alpinistiche, classiche e moderne. E in differenti contesti.

Un grazie a tutti gli allievi, agli istruttori presenti (e anche a quelli non presenti ma che avrebbero voluto partecipare) e alla scuola “Alta Brianza” che ha reso possibile, ancora una volta, questo corso avanzato





ISCRIZIONI CORSI ANNO 2019

28 11 2017
 I corsi in programma per l’anno 2019 sono i seguenti:
  • Alpinismo base A2 (aperto a a tutti)

periodo di svolgimento aprile-maggio

al link seguente il programma delle uscite:  https://scuolaalpinismoaltabrianza.com/i-corsi/corso-di-alpinismo-base-a2/

L'immagine può contenere: cielo, montagna, spazio all'aperto e natura

  • Arrampicata libera AL1 (aperto a tutti)

periodo di svolgimento settembre-ottobre, al link seguente il programma delle uscite:

https://scuolaalpinismoaltabrianza.com/i-corsi/corso-arrampicata-libera-al1/

Per chi fosse interessato invitiamo a contattare la nostra segreteria all’indirizzo mail:  segreteriaaltabrianza@gmail.com





Buco del Piombo – vie nuove e richiodature

8 06 2017

2017-02-01-21-01-41

Pubblichiamo con piacere tracciati e relazione delle vie presenti al Buco del Piombo settore destro (oltre al classico Diedro Scarabelli per intenderci, in direzione della cascata).  Luca Schiera, conoscitore del luogo e apritore di diverse vie nuove su queste pareti (nonchè di una falesia di alto livello tecnico in fondo alla valle), ci trasmette informazioni sulle possibilità verticali posto.  La val Caino, nonostante la facilità di accesso è un luogo particolare, un po’ “fuori dal tempo”, che può regalare piacevoli sensazioni di isolamento anche se si è a mezz’ora dalla macchina.. ah, sebbene l’ambientazione posso ricordare il Verdon, attenzione che la roccia non è propria la stessa…meglio non dimenticarsi il caschetto!!

p.s.

In alcuni periodi dell’anno e in determinati settori, l’arrampicata può essere interdetta in seguito alla nidificazione del Falco pellegrino. Informarsi di conseguenza.

Partendo da sx verso dx rispetto alla foto di cui sopra, qui trovate le relazioni: Buco del piombo – relazioni





CORSO AVANZATO AR2 2015

22 12 2015

 

Anche quest’anno il corso avanzato inizia nel migliore dei modi e il meteo ci regala un weekend di pieno sole!
Armati di zaini e materiale ci dirigiamo verso la val Masino. Un piccolo manipolo di uomini parte subito per il rifugio Omio, per effettuare le prime scalate in quota sulle strutture nei pressi del rifugio; mentre altri rimarranno in valle per mettere le mani sulla roccia dello Schenun.
Dopo l’allegra serata passata al rifugio, il giorno successivo ci svegliamo all’alba in direzione della Punta Sfinge dove buona parte di noi scalerà la via dei Morbegnesi, mentre Angelo si ingaggerà, con somma gioia della Elena, sulla ben più ardita via Tien an men.
Soddisfatti delle vie percorse ci raduneremo nel pomeriggio alla base della parete: il buon Luca tornerà alla macchina con una enorme vescica su un piede che però non lo farà demordere dalle successive uscite.
Il weekend seguente ci vede impegnati in una serie di manovre in falesia, che si concluderà con una grandinata che non farà altro che temprare l’animo e lo spirito degli allievi (e anche degli istruttori)!
La domenica sarà invece caratterizzato da bel tempo ma anche dal vento gelido e l’Albigna sarà il nostro banco di prova.
Ad Arco, protagonista della terza uscita, ci troveremo per scalare le numerose pareti della valle del Sarca. Personalmente mi ingaggio con Stefano sulla bellissima quando impronunciabile via Siebenschlafer (ovvero via del ghiro); mentre la cordata Paolo&Luca ci precede. La domenica, vie al San Paolo.
L’ultimo weekend ci vede in Presolana, già nel cuore di alcuni allievi, che torneranno, dopo il corso, per scalare le vie che non hanno fatto: bravi!
Chiudiamo il corso pratico ad Arnad: a razzo sulle belle vie del paretone per dirigerci “a vista” (o forse “a naso”) in trattoria, dove alzeremo il livello e… il grado!
La tavola è un momento di aggregazione per i giovani alpinisti dove scambiarsi racconti, esperienze e aneddoti: lo sforzo di un passaggio, la bellezza di una via, i progetti futuri, gli gnomi incontrati sulle cengie e soprattutto le proprie sensazioni, emozioni e sogni.
Un caloroso ringraziamento ad Angelo che ha diretto impeccabilmente il corso e ci ha portato, dopo un attento e travagliato esame dei dati meteo e di disponibilità degli allievi, nelle migliori destinazioni possibili; mentre il Mimmo, per impegni lavorativi all’estero, ha potuto partecipare solo marginalmente. Grazie anche a tutti gli istruttori della scuola che hanno potuto partecipare a queste splendide uscite, rendendosi disponibili anche all’ultimo momento.
Infine, un grazie a tutti gli allievi coi quali abbiamo condiviso delle bellissime esperienze, coi quali abbiamo fatto tante risate (da Joséphine a Giotto) e che ci regalano, finito il corso, la soddisfazione di vederli in palestra, in falesia, in via, su roccia, neve, ghiaccio e in generale in montagna.
                                                                                                                        Marco Ghezzi
 


 

Le vie salite dalle varie cordate allievo-istruttore:

 

Weekend Omio

1) Paradise – Via Virgy (5a)
2) El trapecio – Via Mururoa (6a+)
3) El trapecio – Via Nadine (6a)
4) El Schenun – Via Coda di dinosauro (6a+)
5) Punta Sfinge – Via dei Morbegnesi (6b)
6) Punta Sfinge – Via Tien an men (6b+)

 

Weekend Albigna
7) Spazzacaldera – Via Fiamma Sud  (6a)
8) Spazzacaldera – Via Steinfressen (6a+)
9) Spazzacaldera – Via Lasciamilì (6a)
10) Spazzacaldera – Via per Claudia (6a+)

 

Weekend Arco
11) Arco – Via Siebenschlafer (VI)
12) Arco – Via Sesto grado (VI)
13) Arco – Via Mariposa Libre (6b)
14) Arco – Via Mercurio serpeggiante (VI)
15) Arco – Via Pilastro Themis (6a)
16) Arco – Via Selene (VI)
17) Arco – Via Calliope (V+)

 

Weekend Presolana/Arnad
18) Presolana – Via Spigolo Longo (VI)
19) Presolana – Via Echi verticali (6b)
20) Presolana – Via Bramani/Ratti (V+)
21) Arnad – Via Urca urca e DZerby (6a)
22) Arnad – Via Mitico vento (6b)

 

 

 

 





CORSO AVANZATO AR2 2014

6 10 2014

Dopo un’estate 2014 metereologicamente disastrosa, settembre ci regala quattro weekend di bel tempo che ci permettono di centrare l’obiettivo in tutte le uscite del corso avanzato AR2 di quest’anno, riuscendo a scalare vie discretamente impegnative. Un bravo a tutti gli allievi per essersi dimostrati tecnicamente e fisicamente preparati, sia in parete che a tavola! Un grazie al direttore del corso Mimmo, purtroppo non presente con noi all’ultima uscita in valle del Sarca per impegni lavorativi, per l’organizzazione delle uscite e gli inevitabili cambi di programma dell’ultimo minuto che si rendono necessari in base alle previsioni meteo. Tante le cose da ricordare, fra cui le mangiate pantagrueliche alla gite d’etape di Montbrison ed alla trattoria Les amis ad Arnad, l’avventura del “bivacco” improvvisato nel vallone di Forzo (chi con la tenda, chi con l’amaca, chi sul sagrato della chiesa..), Luca che dimentica l’imbragatura e si becca 3 vie in 2 giorni sui Mont Rouges de Triolet, il bagno con tuffo dal ponte romano (per i più coraggiosi!) ad Arco, i racconti di Mimmo (nominategli una montagna qualsiasi delle Alpi e lui avrà un’avventura da raccontarvi) e altri ancora..hanno reso speciali questi 4 weekend di scalata in montagna in allegria!

Un saluto e un grazie a tutti partecipanti (sia allievi che istruttori)

Di seguito riportiamo le vie salite, insieme a qualche foto e filmati

BRIANCON

Sabato 30 agosto

Tour Termier – Treize a la douzaine 6b (5c obbl.) 300 m

Tour Termier – Boucs en stock 6b+ (6a obbl.) 300 m

Tour Termier – Le ponant neuf 6b (5c obbl.) 300 m

Tete Colombe – Les bals de Boucas 6b (6a obbl.) 350 m

 

Domenica 31 agosto

Tete Noire 2 Tour – Moulettes frittes 6a+ (5c obbl.) 300 m

Tete Noire La Poire – La poire V+ 500 m

Tete Noire Petit Poire – L’apocalypse selon Sebastien 6a+ (5c obbl.) 150 m

 

RIFUGIO DALMAZZI

Sabato 6 settembre

Placche della contea – Indicazioni obbligatorie 6b 200m

Placche della contea – A loba a loba 6b 170 m

Placche della contea – Cris-tal 6a regalato 300 m

 

Placche del rifugio – Auditorium 5+ 60 m

Placche del rifugio – Tettomania 6b 60 m

Placche del rifugio – Gollum 5+ 60 m

 

Domenica 7 settembre

Monts rouges de Triolet – Profumo proibito 6a+ 270 m

Monts rouges de Triolet – Cristallina 6c 270 m

Monts rouges de Triolet – Kermesse Folk con apertura nuova variante “Fabio Sticazzi” (nulla lasciato in via)  5c 300 m

Placche della contea – Vento polare 6a 200 m

 

VALLONE DI FORZO

Placca delle grise neire – via Beppe 6c+ (6a obbl.) 280 m

Parete del Falco – 3 a settembre 6a+ 250 m

Parete del Falco – Supertoni  6b+ (6a obbl.) 250 m

Alpherian – Allegro con Brio VI 250 m

Alpherian – via del Fratello 6a+/b 250 m

Ancesieu – Due sogni 7a+ (6b+ obbl.) 350 m solo istruttori

Placca delle grise neire – Oceanic 7a (6b+ obbl.) 280 m solo istruttori

 

 

VALLE DEL SARCA

Parete San Paolo – Selene VI 250 m

Parete San Paolo – In memoria di Ugo Ischia VI+ 250 m

Parete San Paolo – Sette muri 6b 250 m

Mandrea – Ego trip 6b+ 300 m

Coste dell’Anglone – Il canto dell’Indria VI+ 350 m solo istruttori

Monte Casale – Non solo pane 7b+ (VI+/A1) 350 m solo istruttori

Pala delle Lastiele – L’isola di Nagual VI 250 m solo istruttori

 

 

 





CORSO AVANZATO AR2 2013

16 10 2013

Grande soddisfazione anche per gli istruttori per il corso AR2 di quest’anno !! Allievi entusiasti e molto preparati ci hanno permesso di portare a termine con successo le uscite che ci eravamo prefissati.

Dopo la prima spettacolare uscita al Monte Bianco, è stata la volta delle Dolomiti ! Destinazione Cortina d’Ampezzo con obiettivo di arrampicare sul gruppo del Falzarego e sulle Tofane. Obiettivo raggiunto già il primo giorno (sabato, con conseguente partenza da casa all’alba..anzi prima! :?), dove gli allievi hanno “portato a casa” la loro prime vie in Dolomiti, la Comici Falzarego e la Ghedina alla torre piccola di Falzarego, dimostrando così di essere preparati a muoversi in ambienti montani non da falesia ! Complimenti e un grazie anche da parte degli istruttori che, zitti zitti e un po’ sornioni, se ne sono andati a scalare per i fatti propri ! La domenica il meteo non è quello delle previsioni, ci dividiamo in due gruppi diretti alle Tofane ed al Lagazuoi. Come da copione (..ma anche no!) non ci facciamo mancare un bel temporale, con un po’ di brio in più riusciamo comunque a portare a termine la salita in Tofana (anche perchè non è che avessimo molta altra scelta….)

La terza uscita prevede un cambio di programma causa avverse condizioni meteo ed un’anticipata spruzzata di neve sulle cime del Furka. Decidiamo così per l’Albigna, per un’arrampicata sul bellissimo “ghiandone” del gruppo del Masino, assaporando così tre tipologie di roccie diverse in tre weekend. Giornata soleggiata e tranquilla anche grazie alla comoda salita in funivia che deposita a pochi minuti di cammino dalla pareti..per la felicità di tutti tranne del Farina !!!! 😆 😆

Ultima uscita sulle pareti della Valle del Sarca……il sabato ancora cordate divise allievi con allievi e istruttori con istruttori, mentre la domenica tutti a scalare sulle placche di cima alle Coste !

E così siamo giunti al termine anche di quest’avventura AR2 2013.. Ma chissà che qualche allievo non lo ritroveremo in giro per montagne e magari, perchè no, tra qualche anno proprio nelle file della nostra scuola..noi siamo convinti di sì !

Questa presentazione richiede JavaScript.

Qualche numero con le vie salite nei 4 weekend:

– Argentiere, Aiguille du Genepì – Mort de rire, 6a, 200 m

– Argentiere, Aiguille du Genepì – Cresta sud, VI-, 200 m

– Argentiere, Aiguille du Refuge – Bettembourg, VI, 200 m

– Argentiere, Plateau du Jardin – Diedro Centrale, 6a, 200 m

– Torre Piccola di Falzarego – via Comici, IV+, 250 m – ALLIEVI –

– Torre Piccola di Falzarego – via Ghedina, V-, 230 m – ALLIEVI –

– Sass de la Crusc – Grande Muro via Messner, VII, 280 m – ISTRUTTORI –

– Lagazuoi – via Maurizio Speciale, V+,  300 m

– Tofana di Rozes – spigolo Pompanin Alverà, V+, 450 m

– Albigna – via Nasi Goreng, 6a, 250 m

– Albigna – Fiamma sud , 6a+, 250 m + cresta NE e la Fiamma

– Albigna – Pizzo Frachiccio – via Roland, 6a, 400 m

– Valle del Sarca – Cima alle Coste sud – Luna Argentea – VII, 250 m  – ALLIEVI  –

– Valle del Sarca – Cima alle Coste – Dino Sottovia, VI, 300 m – ISTRUTTORI –

– Valle del Sarca – Cima alle Coste – Nuvole Bianche, 6c, 300 m

– Valle del Sarca – Cima alle Coste – Transeamus, 6b, 280 m





Monte Bianco – uscita corso AR2 al rifugio Argentiere

4 09 2013

Quest’anno prima uscita col botto per il corso AR2 ! Destinazione Monte Bianco presso il rifugio Argentiere !

Un uscita che avevamo già in programma l’anno scorso, poi rimandata causa brutto tempo. Quest’anno le condizioni meteo sono buone, ci ritroviamo così al Bennet di Erba alle 5.30..si va !
Tra uno sbadiglio e l’altro raggiungiamo Chamonix e l’impianto di risalita dei Grands Montets, in men che non si dica ci ritroviamo a 3200 m. L’obiettivo di scalare anche il primo giorno viene centrato e, una volta raggiunto il rifugio Argentiere (2771 m) base della due giorni, le cordate si sparpagliano sui contrafforti della cresta du Jardin dell’Aiguille d’Argentiere (3901 m), precisamente sul Plateau de Jardin – Diedro centrale, sull’Aiguille du Refuge – via Bettembourg e sull’Aiguille du Genepì – via Mort de Rire. Roccia super, sole splendente e panorama tra i più belli delle Alpi, cosa volere di più !
Il giorno seguente ci vede impegnati nuovamente sull’Aiguille du Genepì (la meglio esposta al sole al mattino) sulla cresta sud. Per il rientro ci attende una veloce discesa in corda doppia compensata da una lunga camminata fino alla stazione intermedia della funivia di Lognan.

Bravi a tutti gli allievi partecipanti e un grazie al direttore Mimmo per averci creduto più di tutti nella buona riuscita della prima uscita del corso AR2. Commento finale: “Visto com’è andata, il corso potremmo anche terminarlo qua, più di così ..!!!!”. Tranquilli, siamo solo all’inizio…

P.S.

A breve, nell’apposita sezione, le relazioni delle vie salite.

Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: